FAQ - Frequently asked questions


Quali prodotti e quali servizi offre Tecno-Lario in ambito di elettromobilità?

Quali prodotti e quali servizi offre Tecno-Lario in ambito di elettromobilità?

Tecno-Lario offre stazioni di ricarica RWE che possono essere installate sia a muro che a terra. Nel primo caso è disponibile un solo punto di ricarica, mentre nel secondo caso i punti di ricarica previsti sono due. Entrambe le tipologie di prodotto sono disponibili in versione “eLINE” e “eLINE SMART”, ossia senza e con la capacità di elaborare i dati di consumo attraverso la piattaforma RWE. La capacità di ricarica dei prodotti eLINE arriva fino a 11 kW per punto di ricarica, mentre per la gamma eLINE SMART arriva fino a 22 kW. Un veicolo elettrico con una batteria di circa 20 kW, può essere caricato in 60-120 minuti, sempre che il carica batterie a bordo del veicolo lo consenta.

Il top di gamma RWE è rappresentata dalla eStation Combi, una stazione di ricarica con un punto di ricarica in corrente alternata e uno in corrente continua. I veicoli abilitati a quest’ultima modalità di ricarica possono essere ricaricati fino a 22 volte più velocemente rispetto ad una presa domestica standard, in appena 30 minuti.

Quali sono i vantaggi che offre la tecnologia di ricarica RWE?

Quali sono i vantaggi che offre la tecnologia di ricarica RWE?

Le stazioni di ricarica hanno una capacità migliore di ricaricare rispetto alle prese domestiche standard e adempiono a tutti gli standard VDE e IEC. Inoltre i dispositivi RWE della linea eLINE SMART consentono anche un’autenticazione automatica del veicolo attraverso meccanismo Plug&Charge (che avviene all’inserimento del cavo nella stazione).

Da cosa si differenziano le stazioni di ricarica RWE dalle prese standard?

Da cosa si differenziano le stazioni di ricarica RWE dalle prese standard?

I prodotti RWE consentono una ricarica in sicurezza grazie alla presenza del segnale pilota, che attiva e controlla il flusso di corrente in ottemperanza allo standard IEC EN 61851, che garantisce la ricarica esclusivamente ai veicoli elettrici. Le stazioni RWE, a differenza delle comuni prese a 230V, garantiscono la sicurezza durante il processo di ricarica attraverso il meccanismo di interblocco della presa e la gestione definita del carico che contribuisce alla stabilità della rete.

Che garanzie da RWE alle stazioni di ricarica?

Che garanzie da RWE alle stazioni di ricarica?

RWE offre il periodo di garanzia standard. Per i clienti privati, il periodo di garanzia è pari a due anni, per i clienti aziendali e commerciali è pari ad un anno. A pagamento è anche possibile godere di un’estensione di garanzia pari a 12 mesi.

Come funziona il processo di ricarica e di autenticazione in una stazione di ricarica pubblica RWE?

Come funziona il processo di ricarica e di autenticazione in una stazione di ricarica pubblica RWE?

Per iniziare il processo di ricarica occorre connettere il veicolo alla stazione di ricarica attraverso un apposito cavo. L’autenticazione dell’utente può avvenire attraverso tre semplici modalità: Plug&Charge, Internet (smartphone) o RFID.

Ad autenticazione avvenuta la stazione di ricarica blocca automaticamente il connettore, il flusso di corrente si attiva e il led blu sulla stazione si accende. Per interrompere il processo di ricarica è necessario attivare il dispositivo di apertura a bordo del veicolo, il flusso di corrente sarà interrotto e la stazione di ricarica sbloccherà automaticamente il connettore. Il processo di ricarica si conclude automaticamente quando il veicolo è completamente carico e il led blu si spegne.

La stazione invia alla piattaforma RWE i dati inerenti le ricariche che Tecno-Lario potrà inviare al cliente in forma di report tabellare.

È possibile ricaricare un’auto elettrica attraverso l’impianto elettrico domestico?

È possibile ricaricare un’auto elettrica attraverso l’impianto elettrico domestico?

È possibile ricaricare un’auto utilizzando una presa domestica standard, ma il ricorso a questo metodo di ricarica è preferibile avvenga solo in caso di emergenza. Il processo di ricarica è più sicuro e più veloce con stazioni di ricarica e dispositivi dedicati per una ricarica efficiente; le comuni prese domestiche erogano sempre corrente e non sono progettate per essere sollecitate ad un uso frequente e continuo alla massima capacità nominale.

È possibile collegare direttamente la stazione di ricarica al contatore di un normale impianto elettrico con potenzialità di 3 Kw?

È possibile collegare direttamente la stazione di ricarica al contatore di un normale impianto elettrico con potenzialità di 3 Kw?

Il collegamento del dispositivo al contatore di casa si può fare, ma richiede a monte l’installazione di un gestore di contemporaneità (regolatore) dell’energia erogata, che non è incorporato all’interno delle stazioni di ricarica. Questo per evitare che si verifichi un sovraccarico dovuto all’assorbimento dell’intera disponibilità di potenza da parte del dispositivo di ricarica. Esistono tariffe agevolate per la ricarica delle auto elettriche attraverso l’uso di un contatore dedicato.

Quali sono i costi da sostenere per l’installazione privata di un dispositivo di ricarica?

Quali sono i costi da sostenere per l’installazione privata di un dispositivo di ricarica?

Nel caso si faccia richiesta per un secondo contatore, esiste una delibera (ARG/elt 56/10) nella quale l’Autorità ha introdotto la tariffa agevolata per la ricarica privata dei veicoli elettrici direttamente presso la propria abitazione, il garage o nel parcheggio condominiale, eliminando i vincoli normativi che vietavano di disporre di un duplice punto di fornitura elettrica, ognuno con un contatore, nella stessa unità immobiliare. Al costo del dispositivo di ricarica devono essere sommati il costo per l’apertura di un secondo contatore dedicato alla ricarica dei veicoli elettrici, che dipende dal fornitore di energia scelto e dalla predisposizione dell’impianto elettrico e il costo per l’installazione del dispositivo di ricarica da parte di personale qualificato, che può essere rappresentato dal proprio elettricista di fiducia o da un installatore formato e certificato della rete Tecno-Lario Spa.

Quanto tempo occorre per caricare un auto elettrica?

Quanto tempo occorre per caricare un auto elettrica?

Il tempo di ricarica dipende strettamente dalla capacità dell’accumulatore e dal carica batterie a bordo del veicolo. Se quest’ultimo è limitato alla ricarica in monofase il tempo di ricarica può arrivare fino a 8 ore, se consente la ricarica in trifase il tempo di ricarica può scendere anche fino a 1 ora. I veicoli progettati per la ricarica in corrente continua possono essere caricati fino all’80% in dieci minuti e completamente in meno di mezz’ora.

La batteria dell’auto deve essere sempre ricaricata completamente?

La batteria dell’auto deve essere sempre ricaricata completamente?

Non necessariamente poiché le batterie agli ioni di litio di cui sono dotati i moderni veicoli elettrici, possono essere ricaricate, anche parzialmente, un numero di volte molto elevato e consentono l’interruzione del processo di ricarica ogni qual volta lo si desidera senza rischio di effetto memoria. Anche le innovative batterie al sale sodio-nichel consentono un alto numero di cicli di ricarica, oltre ad una maggiore autonomia a parità di pesi e ingombri, massima resistenza agli sbalzi termici, massima sicurezza, nessuna manutenzione, lunga durata, consistente riduzione dei costi di gestione e vantaggi in termini ecologici, come il risparmio energetico e la riciclabilità al 100%.

Lasciare l’auto completamente carica connessa alla rete comporta costi aggiuntivi o eventuali conseguenze negative per l’auto?

Lasciare l’auto completamente carica connessa alla rete comporta costi aggiuntivi o eventuali conseguenze negative per l’auto?

Dipende dal produttore del veicolo elettrico, ma generalmente una connessione con la rete non dovrebbe generare costi aggiuntivi o arrecare danni alla batteria. Nel futuro immediato sarà possibile programmare il veicolo in modo da preriscaldarlo d’inverno e raffrescarlo d’estate attraverso l’energia prelevata dalla rete, senza alcuno sforzo per la batteria. In questo caso saranno ovviamente previsti costi addizionali per la ricarica.

Come si fa ad interrompere il processo di ricarica?

Come si fa ad interrompere il processo di ricarica?

Dal veicolo, tramite l’applicazione smartphone oppure tramite carta RFID. Non è possibile estrarre il connettore dalla presa della stazione mentre è in corso il processo di ricarica perché automaticamente bloccato. Nel caso in cui venga interrotto il processo di ricarica per riavviarlo il cavo deve essere inserito nuovamente nella stazione di ricarica e il flusso di corrente ricomincia.

Quanto costano 100 km con un’auto elettrica?

Quanto costano 100 km con un’auto elettrica?

Il costo della ricarica dipende dalla capacità della batteria e dalla tariffa elettrica selezionata, e si stima che per una batteria da 20 kWh e ad una tariffa di 25cent/kWh: 20 kWh*25 cent/kWh = 5 euro. Assumendo che la stessa macchina utilizzi 15 kWh sui 100 km, il costo ammonterebbe a 3.75 euro. Quindi per un veicolo elettrico moderno il costo di utilizzo è di circa 3-5 euro per 100km.

Quali tipi di batteria ricaricabili sono attualmente in uso? Ci sono differenze tra loro?

Quali tipi di batteria ricaricabili sono attualmente in uso? Ci sono differenze tra loro?

Con la nuova generazione di veicoli elettrici, le batterie ricaricabili agli ioni di litio costituiscono ormai lo standard più diffuso. Queste batterie hanno densità energetica doppia rispetto alle nichel-metalli ibridi consentendo quindi durate maggiori. Se caricate parzialmente le batterie agli ioni di litio possono essere ricaricate fino a 150.000 volte, un numero sufficiente per lo scopo a cui sono destinate.

Quanti cicli di ricarica possono sopportare le moderne batterie ricaricabili?

Quanti cicli di ricarica possono sopportare le moderne batterie ricaricabili?

Le batterie agli ioni di litio possono sopportare fino a 150.000 cicli parziali e fino a 2.500 cicli interi. Questo valore rappresenta il ciclo di vita minimo delle batterie. La garanzia delle batterie normalmente è di 5 anni o 100.000 km. L’obiettivo dello sviluppo ingegneristico è quello di assicurare che, anche dopo 10 anni di lavoro, le batterie possano ancora raggiungere l’80% della loro performance originale. Con le batterie agli ioni di litio però c’è una mancanza di esperienza a lungo termine quindi non è possibile predire con sicurezza la loro durata.

Come possono integrarsi i veicoli elettrici nel concetto di Smart Grid?

Come possono integrarsi i veicoli elettrici nel concetto di Smart Grid?

Attraverso una rete infrastrutturale di ricarica intelligente e grazie alla Smart Grid, le batterie dei veicoli a propulsione elettrica potranno costituire sistemi locali e temporanei di accumulo di elettricità, dai quali è possibile attingere quando la domanda alla rete elettrica lo richiede. Questa sarà l’evoluzione dei prossimi anni, ma RWE con la sua linea di prodotti SMART offre già soluzioni di ricarica pronte per questa evoluzione, infatti la capacità delle stazioni RWE di comunicare sia con i veicoli che con la rete è progettata in ottica di Smart Grid. Il protocollo di comunicazione fra veicolo e stazione di ricarica oggi più diffuso utilizza un codice di trasmissione a modulazioni di impulsi PWM (pulse width modulation). Questo sistema copre le funzioni di una comunicazione a “basso livello”. Esistono anche altri sistemi di comunicazione definiti ad “alto livello”, come la comunicazione Plug&Charge via PLC (power line comunication) che si basa su tecnologia digitale ed è perfettamente retrocompatibile con il PWM, ma ne estende le funzioni. I dispositivi RWE adempiono agli standard ISO/IEC 15118 e permettono la comunicazione bidirezionale tra veicolo e infrastruttura consentendo la condivisione di dati strutturati, dalle necessità di ricarica dell’utente (tempi e velocità di ricarica) alle informazioni dalla rete (gestione dei carichi, tariffe, identificazione automatica) .


Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

This website uses own cookies and from third party. If you want to know more or opt out of all or some cookies click here.